CONTATTACI
INFORMAZIONI

lepri.antonio@gmail.com

Tel:  +39 328 951 8185

I vizi di refrazione
 

In condizioni normali i raggi luminosi provenienti dagli oggetti attraversano i mezzi diottrici oculari(cornea,cristallino) e convergono in un fuoco che si trova sul piano retinico.

I vizi di refrazione sono difetti della vista in cui il fuoco delle immagini giace su un piano diverso da quello retinico.

Nella miopia giunge alla retina un'immagine sfuocata poiché il fuoco dei raggi luminosi si trova davanti ad essa. Questo comporta la capacità di vedere a fuoco oggetti vicini,mentre al di là di una certa distanza (punto remoto)variabile a seconda dell'entità del difetto,gli oggetti appaiono sfuocati.

Contrariamente nelll’ipermetropia il fuoco dei raggi di luminosi si trova posteriormente alla retina. In questo caso si avrà difficoltà nel mettere a fuoco gli oggetti vicini e a seconda dell’entità del difetto,anche quelli lontani.

L’astigmatismo è quella condizione in cui i raggi luminosi non incontrano superfici diottriche di forma sferica,ma ellittica,questo conporta una deformazione delle immagini lungo un particolare asse.

L’astigmatismo può essere anche associato a miopia o ipermetropia.

Fisiologicamente tutti noi col passare dell’età andiamo incontro ad un progressivo esaurimento,fino all’incapacità di mettere a fuoco le immagini vicine: ci si trova nel caso della presbiopia ovvero quel difetto che obbliga tante persone in età adulta ad indossare un paio di occhiali per poter leggere.

La correzione dei vizi di refrazione si ottiene tramite apposite lenti,che riportano il fuoco dei raggi luminosi sul piano retinico.